Sunday, February 03, 2008

Napkin art



Come tutti i grafomani e i disegnatori in generale, non perdo mai un'occasione di scarabocchiare su tutte le superfici disponibili.

La 'napkin art' è un classico: si è a cena fuori, sul finire dopo il caffè ci si lascia andare a barzellette pessime oppure si sfodera la Signpen Pilot come faccio io, si imbrattano i tovaglioli di carta (anche se io preferisco le tovagliette americane, questione di grammatura della carta...) e quel che viene fuori viene fuori.

10 comments:

sumono said...

ahahah fantastico!

Fabio said...

Grazie.

Rispecchia certe frustrazioni che alle volte ci attanagliano come esseri umani.

Paradossalmente è più conservata bene l'immagine della foto che non l'originale, che è stato appeso all'armadietto del lavoro di un collega che da poco se ne è andato a lavorare altrove e me l'ha restituito.

I tovaglioli non resistono bene alle intemperie...

The Lonely One said...

Quoto sulla scelta del supporto, meglio le tovagliette ,cmq che cena era?Mi pare di cogliere della disperazione in questo schizzo?Mangiato male?:P

Fabio said...

HEHEHE...

No, la pizza era buona.
Forse un po' di stanchezza, chi lo sa...

:)

Ned said...

ho letto il tuo punto di vista sul bolg di Emi...Ed è interessante e veritiero...Ne ho approfittato per vedere il tuo blog...bello il disegno di questo post e complimenti per le mani che hai disegnato nel post precedente...pure a memoria...

Fabio said...

Grazie!

Sia per aver letto la mia filippica che per i complimenti, of course!!!

Maurizio Ercole said...

Complimeti... che freschezza nel segno!

sumono said...

fabio sei stato nominato!!!
vieni a fare ungiro sul mio blog...

Fabio said...

Subito!

...è grave...?

Fabio said...

Maurizio!

Grazie! E' proprio venuto spontaneo. Tempo di realizzazione: trenta secondi.