Friday, January 22, 2010


Una piccola strunzatièlla per complimentarmi da solo. Ho imparato a fare i balloons in Illustrator, grazie al sito della Comicraft di Richard Starkings. Che fighèzza.

Just a little dumb drawing to pat myself on the shoulder. I learned to make nice balloons in Illustrator by following Comicraft's Richard Starkings advices. Neat!

9 comments:

OniBaka said...

hahaha carino come tutorial thanks :P

Fabio said...

Non c'è di che, OniBaka.
Il sito di Comicraft è zeppo di cose interessanti.

Alessandro said...

salvo al volo il link e complimenti per i lavori:D

Fabio said...

Grazie, Alessandro.
Scoprirai un sacco di suggerimenti ineressanti, lì.
Io ancora non ho deciso dopo ANNI se preferisco il lettering fatto tradizionalmente a mano però tedioso e lunghissimo o se preferisco quello con i fonts, che è troppo preciso, freddo ma versatilissimo e pulito...

Federico Distefano said...

Ciao! ^^
Personalmente, ritengo che la risposta sia: "dipende dalla situazione e dal tempo a disposizione".
Chi ha una calligrafia realmente comprensibile da chiunque ed ha abbastanza tempo, può fare tranquillamente il lettering a mano.
Però, non ci vedo nulla di male nel lettering fatto col pc.
Ci sono dei font che sono "vivi" a sufficienza (es: "Dupuy" e "Marydale" fra quelli che conosco e adopero) da poter essere usati intensamente e presentano il vantaggio di poter effettuare correzioni del testo in un attimo e di essere facilmente fruiti anche dal più "becalino" (parola romana che vuol dire "cieco come una talpa") dei lettori.
In quanto alla precisione estrema ed alla freddezza, si può anche rimediare con dei programmi come "Fontographer" che ti consentono di digitalizzare la tua calligrafia e di "randomizzare" la scelta delle lettere.
Ovvero: se tu definisci tre o quattro tipi di "A", il programma te le inserisce nella parola in maniera casuale, così da dare l'impressione che tu abbia fatto il tutto a mano e che le tue lettere non siano mai uguali l'una all'altra.

Interessante quel link.
Grazie!
Tuttavia, nonostante la comodità estrema di Illustrator per questo compito, io ho sempre preferito fare il balloon a mano; meglio se leggermente irregolare, un po' come quelli delle vecchie storie di Topolino.
Per questo, mi scrivo il testo sulla tavola, ricavando l'ingombro e piazzo subito il balloon, facendo molta attenzione di chi sia il dialogo.

Ciao Fabio e buona serata!
:)

Federico Distefano said...

Mamma mia come sono prolisso...
:P

Fabio said...

Heh, non ti preoccupare, se la proslissità si affianca ad opinioni interessanti allora va bene.

:D

Maurizio Ercole said...

Un dettaglio che fa la differenza, grazie per la dritta! Nel sito ci sono anche degli articoli proprio sull'uso dei font citato da Federico! Complimenti anche per il tizio che sce dal muro alla ghostbuster. Ciaoooo

Fabio said...

Da quando ho imparato (non è stato un processo immediato, più una curva d'apprendimento molto ampia) ad usare il web e le sue risorse ho scoperto di avere molto meno tempo di quanto mi servirebbe per imparare e metabolizzare tutto quel che mi interessa.
Tutto ciò è bene, ovviamente.

:)